Dizionario della nuova normalità: biosicurezza

La sicurezza sanitaria, fino a qualche anno fa rimasta ai margini dei calcoli politici, è divenuta parte essenziale delle strategie statuali e internazionali. Come già sosteneva Foucault (in foto) nel suo fondamentale “Sorvegliare e punire”, i governi non si occupano più di fare politica e di programmare interventi sui diversi piani, ma di procedere per emergenze, cogliendo l’assist della pandemia da Covid-19 per instaurare nulla di meno che una sorta di “terrore sanitario” come principale strumento di comando delle masse. Volendo con più precisione enucleare il nuovo paradigma di governo da poco instauratosi nella società globale, possiamo articolarlo in 3 punti salienti: 1) costruzione, sulla base di un rischio possibile, di uno scenario fittizio, presentando i dati in modo tale da rendere del tutto necessari provvedimenti capaci di gestire politicamente una situazione estrema; 2) adozione della logica della drammatizzazione del male come nuova razionalità politica; 3) il cittadino, nel frattempo divenuto esempio di civismo (sdoganata persino la più infame delle delazioni), non ha più un diritto alla salute, ma diventa giuridicamente obbligato alla salute. La biosicurezza si è sin qui dimostrata capace di velare di positività e di legittimità comportamenti e stili del tutto infondati dentro un corso delle cose definibile, in qualche modo, come “normale”. Massima forma di partecipazione sociale e civica non sono più l’attività politica e i rapporti interpersonali, bensì la loro negazione. Ciò che successe all’indomani degli attentati terroristici dell’11 settembre 2001, dove le ragioni di sicurezza avevano permesso di far accettare ai cittadini pesanti limitazioni della libertà che non erano sin lì disposti a prendere nemmeno in considerazione, il progressivo decadere delle ideologie e delle fedi politiche unito all’insorgere di una dichiarata pandemia ha creato le condizioni perfette perché si ripetesse il medesimo scenario. Immaginiamoci uno scenario futuro nel quale politica e financo l’economia, per poter governare, dovranno essere integrati col nuovo paradigma della biosicurezza, al quale tutte le altre esigenze si dovranno sacrificare.

di Gianluca Kamal

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto